Quando pensi di “essere a posto” ma ricevi un regalo da 10.000€

Con questo articolo ti voglio svelare una parte della procedura relativa ad uno degli appuntamenti che pianifichiamo per un nuovo Ristoratore che ha bisogno di noi.

Durante i vari appuntamenti per la consulenza ai Ristoratori, c’è un primo passaggio che comporta una serie di domande al cliente. Queste domande ci permettono di capire quali sono i problemi che hanno fatto generare un’insoddisfazione della situazione attuale delle utenze di energia elettrica e gas, ma non solo.

Questo primo colloquio è per noi fondamentale per capire le reali necessità del Ristoratore, che viene accompagnato da noi, negli angoli più bui delle sue fatture.

Una volta svolto questo passaggio fondamentale e sulla base anche delle risposte che riceviamo, il passo successivo è poi quello di prendere le bollette ed andare a fare un’analisi approfondita della situazione.

Una delle frasi più ripetute è: “si, va bene facciamo pure l’analisi e il report, ma tanto io sono a posto”.

Ecco, questa frase è proprio quella che mi fa sospettare più di altre.

Normalmente viene pronunciata in seguito ad un recente cambio di fornitura in cui si sta apparentemente pagando meno, in alcuni casi la metà.

Ma non solo, per il ristoratore è anche un modo per cercare sicurezza in noi, sperando che davvero tutto sia a posto. Il problema è che 9 volte su 10 dobbiamo dire che in realtà, così tutto a posto poi non è!

Questo, signori miei, è il primo campanello d’allarme. (altro…)

Come una calamita può creare danni irreparabili al tuo ristorante

Ciò che scriviamo sul blog di Energia Ristorazione prende sempre spunto dalla realtà da quello che vediamo tutti i giorni nei ristoranti, per prendere forma e metterli a disposizione con articoli come questo, in modo da capire cosa si deve e cosa NON si deve fare, ma soprattutto come evitare problemi più o meno seri quando si parla di gestire le utenze di luce e gas di un Ristorante come il tuo.

Purtroppo oggi ti devo parlare di un argomento che non si può evitare di conoscere, perché può davvero rovinare il tuo Ristorante, creando danni, chiusure temporanee del tuo locale e quindi perdita di fatturato.

(altro…)

Utenze: ciò che ti separa dal non avere più problemi sono 48 ore

Nel caso tu non conosca questo film del 1982  in cui un pericoloso detenuto evade aiutato dal suo fedele scagnozzo indiano, e si reca a San Francisco per recuperare la refurtiva di un vecchio colpo.

Un poliziotto scontroso, Jack Cates(Nick Nolte), ed i suoi colleghi incappano nel criminale evaso e nel suo complice, provocando una sparatoria durante la quale il poliziotto perde la sua arma e restano uccisi i due poliziotti.

Desideroso di riacciufare l’evaso, si reca in visita all’unico membro della banda ancora vivo, ed in prigione, Reggie Hammond(Eddie Murphy), ottenendone il rilascio per 48 ore durante le quali cercheranno di ritrovare ed arrestare i fuggitivi.

Per quanto sia un genere commedia/poliziesco il film trasmette una cosa fondamentale:

con il massimo impegno si possono ottenere dei risultati anche in sole 48 ore.

(altro…)

Come aumentare lo stipendio ai tuoi dipendenti senza mettere mano al portafoglio

aumento-di-stipendio

Quante volte ti sei ritrovato a rispondere “adesso non è il momento” all’ennesima richiesta di aumento di stipendio da parte di uno dei tuoi collaboratori?

Parliamoci chiaro, se il tuo locale va avanti sai bene che buona parte è merito loro. E molte volte sai che meriterebbero un piccolo aumento, ma purtroppo, ti trovi costretto a dover temporeggiare, perchè tra scadenze, la crisi e tutti i vari imprevisti, proprio non puoi permettertelo.

Ovviamente il collaboratore fa finta di capire, ma sai bene la sensazione di dispiacere mista ad “impotenza” che ti pervade.
Che sia esso/a un ragazzo/a giovane, o un padre/madre di famiglia, è sempre stato responsabile, puntuale, disponibile e sai che dovresti fare qualcosa per lui/lei. Ma dove li prendi i soldi?

Probabilmente riderai non appena te lo dirò, ma ci siamo, stai leggendo questo articolo e devo mantenere la promessa data nel titolo. Perciò ecco qui: i soldi per l’aumento ai tuoi dipendenti  te li darà il tuo fornitore di energia elettrica e gas.

Anche se fin qui ti sembra una cazzata, per favore continua a leggere.

(altro…)

Come cucire l’offerta migliore per il tuo ristorante, anche se non hai mai fatto il sarto

sarto metroSe hai un Ristorante e ti hanno abbindolato una tariffa di tipo Monoraria dicendoti che era la cosa migliore per te, probabilmente stai gettando via dei soldi.

 

Ti sei mai fatto confezionare un abito su misura?

Se non lo hai mai fatto lascia che ti riassuma la differenza tra un vestito confezionato sulle tue misure e uno che viene prodotto in serie acquistato in un grande magazzino.

 

Parto dal secondo, si prepara un modello in base alla taglia, con misure standard e si procede alla produzione in serie. Prima di  decidere di acquistarlo, lo provi nel camerino e ti accorgi che si, la taglia è quella giusta ma magari andrebbero accorciate le maniche e rifatto l’orlo al pantalone.

Inoltre la giacca “fa un po difetto” sulla schiena, ma su quello decidi di passarci sopra.

 

Quindi hai di fatto scelto un prodotto che si, ti sta addosso, ma non segue perfettamente l’anatomia del tuo corpo.

 

Quello fatto su misura invece è tutta un’altra cosa. Viene costruito esattamente sulle specifiche esigenze che le forme del tuo corpo richiedono. Maniche perfette, orlo perfetto e nessun difetto.

(altro…)